Storia

Pontificio Istituto Missioni Estere nel 1978

All’Origine era il Malignani. La prima scuola superiore insediatasi nella Bassa Friulana orientale è una sezione dell’Istituto Tecnico “Arturo Malignani”, che con 4 classi e 110 iscritti trova ospitalità nei locali dell’IRFOP in Via Ramazzotti a Cervignano. All’inizio l’edificio, accoglie solo il biennio, anzi, un “biennio sperimentale polivalente”, anticipazione del Progetto Brocca, che dà accesso al triennio collocato a Udine, ma anche all’Istituto per Geometri ed al Liceo Scientifico. Nel 1972 nei locali dell’ ex seminario PIME, ormai deserto di aspiranti missionari vengono collocati le sezioni staccate del Liceo Marinelli e dell’Istituto per Geometri Marinoni di Udine. Ad esse si aggiungono due specialità del Malignani, il corso di Chimica (istituito nel 1984) e quello di Elettronica e Telecomunicazioni (istituito nel 1987), tra cui subito nasce una fiera rivalità, mai da allora sopita. Nel 1979 intanto il Liceo è divenuto autonomo, ed è intitolato ad “Albert Eistein”. Ma con l’ampliamento del Malignani lo spazio dell’orribile costruzione che ospitava il seminario diventa insufficiente, ed il Liceo nel 1986 emigra all’altro capo della cittadina , sulla strada per Aquileia, in un edificio modulare moderno ma ignaro delle più elementari norme di risparmio energetico. Altri tempi! Le iscrizioni comunque premiano il nuovo istituto, che nel 1990 giunge a contare 429 alunni suddivisi in 20 classi.

Nel 1998 a San Giorgio di Nogaro, nell’edificio - modello che avrebbe dovuto accogliere l’Istituto per Corrispondenti esteri, fortemente voluto da Pietro Del Frate, attuale sindaco della cittadina, il grande Preside Fabio Illusi insedia una nuova sezione staccata ad indirizzo Meccanico, che diretta dal Prof. Durì, in tre anni raggiunge 6 classi articolate in due sezioni. L’anno seguente, in anticipo sull’Istituzione dell’autonomia scolastica, dall’accorpamento delle sezioni di Cervignano e San Giorgio con la sezione del Ceconi, sempre ad indirizzo meccanico, nasce un nuovo Istituto, fortemente voluto dal preside Illusi, che lo immagine come un polo formativo strettamente collegato agli sbocchi lavorativi offerti dalle aziende dell’Aussa-Corno: è l’inedito Istituto Tecnico-professionale che, per la scarsa fantasia del corpo docente, e soprattutto per il timore di perdere iscritti e prestigio, assume la denominazione di “Malignani 2000”. Un nome che è un presagio: comincia così l’”Odissea nello spazio” della scuola, che, pur sfiorando la fatidica soglia dei 500 iscritti, necessaria per vedersi riconosciuta l’autonomia, viene l’anno seguente accorpata al Liceo Scientifico Albert Einstein ed all’Istituto di Palmanova, che dal 1978 ospita un tecnico, intitolato a Luigi Einaudi,  e dal 1992 un professionale, intitolato ad Enrico Mattei, ad indirizzo commerciale. E’ lo stravolgimento del progetto di Illusi, che d’altronde aveva pensato al suo delfino Rodolfo Malacrea, cittadino di Ajello, per dirigere la nuova realtà: ma invece del vicario di Illusi arriva un altro Fabio, Fabrissin da Gorizia, ed al posto di un istituto chiaramente connotato nasce una caleidoscopio di scuole ad indirizzo diverso, oltretutto disseminate sul territorio, cui è ben difficile attribuire una strategia unitaria. L’aggregazione si compie tra liti, malumori e dispute campanilistiche in cui ogni Municipio difende la sua scuola e la sua presidenza: alla fine l’Assessore Cargnelutti per non scontentare nessuno finisce per scontentare tutti, ed aggrega tutte le scuole della Bassa Orientale in un unico Istituto con direzione presso il “Malignani 2000 di Cervignano. Attualmente l’ISIS, che ha assunto la denominazione territoriale “della Bassa Friulana”  conta 1479 allievi, e con il Malignani e lo Stringher di Udine è una delle tre scuole più grandi della Provincia: in 10 anni gli iscritti erano invece solo 1286, e dunque la popolazione dell’ISIS, in questo lasso di tempo, è cresciuta del 15%. Questa crescita, che è lungi dall’aver esaurito la sua potenzialità , ha premiato soprattutto il polo di Cervignano , grazie anche all’istituzione di un nuovo corso di studi, quello del Liceo delle scienze Umane, che ha comportato l’apertura di una sezione staccata presso l’antica scuola elementare di Muscoli. In termini assoluti il Liceo conta esattamente 556 allievi, suddivisi in 27 classi ed il Malignani 437 suddivisi in 25 classi. Dimensioni molto più ridotte hanno l’Einaudi di Palmanova con le sue 10 classi con 163 allievi; il Mattei con 138 allievi; ed il Polo meccanico di San Giorgio con 10 classi e184 allievi complessivamente.

Dirigenti Scolastici dell'ISIS della Bassa Friulana
Dirigentedall'A.S.all'A.S.
prof. Fausto Fabrissin1999/20002003/2004
prof.ssa Ester Iannis2004/20052005/2006
prof. Giovanni Francois2006/20072006/2007
prof.ssa Ester Iannis2007/20082008/2009
prof. Aldo Durì2008/20092016/2017
prof. Adriano Degiglio2017/2018In Corso