Underwood – Impresa JA e NiceLife – Impresa JA

Copertina Impresa in Azione 2016-2017

L’ITE Einaudi di Palmanova  ha partecipato al progetto Impresa in azione anche nell’a.s. 2016/2017. Creare una cultura imprenditoriale è uno degli obiettivi principali perseguiti dalla Comunità Europea e dalle istituzioni nazionali. La prof.ssa Giuliana Rossi ha coordinato la realizzazione di entrambe le imprese e ha seguito gli allievi nelle fasi di progettazione e realizzazione dell’attività.
I progetti valevano come Alternanza Scuola - Lavoro ed hanno impegnato per molte ore le classi 3ARI e 3AFM dell’ITE. Essi avevano lo scopo di far analizzare le diverse funzioni aziendali facendo lavorare i ragazzi in imprese simulate. Le competenze acquisite stanno alla base della comprensione delle dinamiche aziendale e sono d’aiuto sia che si entri nel mondo aziendale come dipendenti sia che si crei una propria impresa.
Seguendo le regole dell’ente organizzatore, Junior Achievement Italia, sono state costituite due imprese: la “Underwood – Impresa JA” e la “NiceLife – Impresa JA” .
La mission dell’“Underwood – Impresa JA”, creata dalla 3ARI,  è stata la diffusione della cultura del non spreco. Abbracciando la filosofia delle 3 R (riuso, riciclo e riutilizzo), gli studenti hanno notato che ci sono sempre molte valide idee per non sprecare ma queste spesso rimangono non applicate. Li ha incuriositi, inoltre, il fatto che i pennarelli utilizzati a scuola comportino il sostenimento di un costo riducibile e che conducano a una notevole produzione di materiale di scarto. Hanno ricercato e testato chimicamente la composizione di un inchiostro che potesse andare bene per ricaricare i pennarelli da lavagna bianca esausti.
Dopo aver identificato il prodotto, l’attenzione si è rivolta al mercato. Le strategie perseguite sono indicate di seguito: la vendita diretta del kit di ricarica (l’impresa non disponeva di uno spazio proprio ma ha venduto il proprio prodotto direttamente in fiera); la prestazione del servizio di ricarica (il servizio di ricarica è stato offerto secondo una strategia iniziale che prevedeva la ricarica gratuita fino a venti pennarelli forniti dalla scuola, dalle imprese o dalle organizzazioni in cambio della compilazione di un sondaggio che permetteva di carpire le abitudini d’uso delle lavagne bianche e di una successiva strategia di commercializzazione a pagamento).
L’impresa non si è posizionata nelle prime posizioni alla competizione regionale ma ha avuto due importanti riconoscimenti. Il prof. Felice La Montagna, docente di chimica e noto artista, ha seguito in laboratorio le prove chimiche sugli inchiostri e ha voluto premiare l’impegno ecologico dei ragazzi con un’opera, costruita interamente con materiali riciclati, rappresentante la terra. L’opera è esposta presso l’ITE di Palmanova ed è stata firmata da tutti i ragazzi e i docenti coinvolti nel progetto.
I ragazzi dell’Underwood sono rientrati nei primi dieci partecipanti alle competizioni regionali. Per tale motivo sono stati invitati il primo luglio 2017 a “Conoscenza in Festa” organizzata dall’Università di Udine per presentare il progetto. Durante la manifestazione, una rappresentante dei ragazzi ha fatto parte della giuria giudicatrice della migliore presentazione.

La mission della “NiceLife – Impresa JA”, creata dalla 3AFM, era di diffondere la cultura del benessere. Il benessere, infatti, non è gratuito: una persona deve impegnarsi per mantenersi in salute e, soprattutto, dovrebbe possedere una cultura personale del benessere. La prevenzione personale parte fin dall’infanzia e l’apprendiamo dalle persone che ci stanno vicino. La storia dell’impresa è nata dal bisogno di un’idea di progetto e dal desiderio di attirare l’attenzione sul tema del benessere. Gli studenti sono partiti dall’analisi delle fasi di apprendimento di una persona per poi identificare le caratteristiche dei loro clienti. Le categorie identificate sono state: 0-6 anni/non lettori e 6+ anni/lettori. 
Tra i giochi ideati per i bambini, due sono stati quelli realizzati. Il  gioco MEMORIX rientra nella categoria memory: il bambino che non legge cerca le coppie di carte che raffigurano cose sane e non sane; una volta trovata la coppia discute con un adulto del perché l’elemento trovato fa bene o nuoce alla salute. Il gioco EQUILIBRIX rientra nella categoria quest: le carte contenevano domande sugli equilibri che devono essere raggiunti affinché ci si trovi in uno stato di benessere. Vince chi realizza il maggior numero di punti.